16.10.2018

Buona la prima: così si può riassumere il debutto stagionale della truppa di coach Cerutti che festeggia con una meritata vittoria il record di presenze alla transenna della compagine verbanese superando le 48 partite detenute finora dal compianto Orlando Marietta.

Il pubblico presente alla Siberia non fa nemmeno a tempo a prendere posto in tribuna che Elia Patt porta già in vantaggio i suoi dopo soli 1"07 giocati con un pregevole coast-to-coast. All'1-0 di Patt risponde cinque minuti più tardi il valmaggese Ludovico Rothen che porta il punteggio in parità. In seguito però la pressione della compagine di Cerutti si fa sentire e viene ricompensata dapprima con il 2-1 di Yves Kühni ed in seguito con il 3-1 di Alex Brechbühl che indovina il tiro della domenica con un pregevole slap-shot al volo che va ad infilarsi proprio nell'angolino alto della porta avversaria dove di solito la nonna nasconde gelosamente il barattolo di confettura ai suoi nipotini.

Nel secondo tempo bisogna invece aspettare fino al 31"35 per vedere la prima segnatura. Elia Patt parte nuovamente dal terzo difensivo e, con un cost-to-coast dei suoi, fa secco dapprima i giocatori di movimento avversari e poi fulmina con un missile "alla Sebastien Reuille in Lugano-Davos" il povero portiere avversario sigillando il risultato sul 4-1, rete che sembra mettere una seria ipoteca sull'intero match. Un black-out dei ragazzi di Cerutti riporta però nel giro di soli 22 secondi l'HC Vallemaggia sotto fino sul 4-3, rischiando di rovinare tutto quanto di bello fatto fino a quel momento. Il portiere Samuele De Luigi è costretto a questo punto, sulla costante pressione degli ospiti galvanizzati dalle due segnature trovate in breve tempo, a sfoderare letteralmente alcuni big-saves strappa applausi per evitare il pareggio e mantenere quindi il vantaggio fino alla seconda pausa.

Durante la pausa del the caldo coach Cerutti, malgrado fosse ancora visibilmente provato dal jet leg dopo essere rientrato in extremis alla Siberia di Ascona in seguito ad un viaggio Oltre Oceano finalizzato alla ricerca di nuovi giovani d'importazione da inserire nell'organico locarnese, fa tremare le pareti dello spogliatoio per cercare di scuotere un po' i suoi ragazzi a riprendere nuovamente in mano le redini della partita. Detto fatto. Al rientro sul ghiaccio bastano infatti meno di 4 minuti affinché il sempreverde Nicola Tonini riporta a due le reti di vantaggio dei suoi battendo con un cippirimerlo preciso nel "sette" l'estremo difensore avversario grazie anche ad un impeccabile esercizio di screening "alla Traiano" davanti alla porta da parte dei suoi attaccanti. Reti di vantaggio che diventano addirittura tre al 48"36 quando Michael Zucconi sorprende il malcapitato Domenighetti con il suo cavallo di battaglia, ossia la cosiddetta "finta del camoss", che si sta rilevando sempre più decisiva già sin dalle prime partite di precampionato. Il 6-4 degli ospiti firmato da Brenno Inselmini è soltanto un fuoco di paglia perché al 58"40 ci pensa il solito Elia Patt a sigillare il punteggio finale sul 7-4 con un'azione tutta potenza e tenacia che lo premia per il duro lavoro svolto negli ultimi allenamenti.

Coach Cerutti può sicuramente ritenersi soddisfatto per il gioco offerto dai suoi ragazzi anche se questi devono evitare in futuro quei cali di tensione che rischiano di rovinare l'esito di una partita che sembrava già scritto. Cerutti può essere particolarmente contento pure dei suoi difensori che hanno messo a referto ben 5 delle 7 reti supplendo brillantemente alla minor verve offensiva mostrata questa sera dai suoi attaccanti, forse dovuta al fatto che non sono abituati a giostrare a tre linee, cosa che gli ha di fatto impedito  di entrare realmente nel ritmo partita.

Gran mattatore della serata è stato appunto il difensore Elia Patt che sigla così il suo primo hat-trick in carriera che ricorderà sicuramente ancora per molti anni quando lo potrà raccontare ai suoi nipotini e che ben testimonia come gli allenamenti servano allora effettivamente a qualcosa.

Il prossimo appuntamento è previsto per domenica 29 ottobre 2017 alla nuovissima pista coperta di Faido per la seconda partita di campionato contro l'AS Osco guidata dall'ex stella NHL Marco Baron. Data da segnarsi assolutamente in agenda.

 

14.10.2017

I GDT Locarno hanno il piacere di annunciare l'ingaggio per la stagione 2017/18 del attaccante Etienne Tomamichel. Cresciuto nelle giovanili del GDT Bellinzona è da diversi anni un trascinatore del HC Ascona in 2° e 3° lega, dopo laboriose trattative il giocatore è a disposizione di coach Cerutti con una tessera B, il suo debutto con la maglia 91 é già previsto per domani sera alla prima partita di campionato contro il Vallemaggia.

 

08.10.2017

Ieri sera a Sonogno i ragazzi di Cerutti, per l'occasione sostituito dal suo vice Carlo Schoch, hanno affrontato in amichevole l'AS Osco che da questa stagione è allenato dal ex-NHL Marco Baron. La partita è stata giocata a ritmi elevati per tutti i 60 minuti, in fase di difensiva rimane ancora parecchio lavoro in vista della prima partita di campionato mentre l'attacco ha proposto ottime giocate. Risultato finale 11-6 per i leventinesi. 

 

08.10.2017

I prossimi appuntamenti con l'orario di ritrovo:

09.10.2017 Lu 21.00 Bellinzona Amichevole

12.10.2017 Gio 20.15 Sonogno Allenamento

15.10.2017 Do 18.45 Ascona 1ª partita di campionato 

La presenza a ogni allenamento/amichevole è obbligatoria per tutti i giocatori.